Pubblicato da: aleg85 | 29 dicembre, 2007

Per chi inizia…

Il modellismo non è precluso a nessuno, non esiste un mino di età né tantomeno un’età limite. Tuttavia sono necessari alcuni pre-requisiti, vere e proprie conditiones sine quibus non necessarie perché si possa ottimizzare il tempo che si dedica all’hobby. Quali sono questi punti fondamentali? Sono questi quattro:

· concentrazione

· calma

· pazienza

· un posto dove lavorare

La concentrazione è fondamentale, nel modellismo come in tutte le attività che ogni giorno facciamo; senza di essa perderemmo solamente del tempo. Sebbene sia un hobby, e quindi in estrema sintesi un divertimento come tanti altri, come potrebbe esserlo giocare a pallone con gli amici, tuttavia è richiesta estrema concentrazione. Sarebbe sgradevole, dopo aver lavorato per molte ore, scoprire che quanto si è fatto è perfettamente inutile perché in un momento di distrazione si è tralasciato un particolare in apparenza stupido ma poi rivelatosi fondamentale. Con questo non voglio dire che bisogna isolarsi dal mondo. Io stesso amo ascoltare musica quando faccio i miei modelli, ma essa deve essere solo un sottofondo. È chiaro che è impensabile fare modelli mentre c’è accesa la televisione. In parole povere, fare modellismo è un po’ come studiare. Sotto il concetto di concentrazione, si intende anche il lavorare in perfette condizione pisco-fisiche: mai lavorare controvoglia o quando si ha sonno. I rischi che si corrono sono molteplici, partendo da quello di rovinare irreparabilmente il modello fino ad arrivare a quello concreto e poco piacevole di farsi del male, dato l’elevato impiego di lame o oggetti appuntiti, soprattutto nella fase di pulitura e sgrezzatura delle varie parti.

DSC_1114

Calma e pazienza sono fondamentali; il detto la fretta è cattiva consigliera è conosciuto da tutti e dovrebbe essere ascoltato e messo in pratica alla lettera. Nessuno ci corre a dietro, nessuno ci obbliga a completare dodici modelli all’anno e ai concorsi premiano quelli meglio realizzati e non quelli realizzati nel minor tempo possibile. Non avere fretta significa rispettare i tempi di asciugatura della …

Se vuoi leggere la versione integrale dell’articolo clicca sul seguente link: www.modelingtime.com . Modeling Time si è trasferito! aspettiamo la tua visita…

Annunci
Pubblicato da: starfighter84 | 24 dicembre, 2007

Buone Feste!

Cogliamo l’occasione per augurare a tutti i lettori, utenti e collaboratori i nostri più sentiti auguri di buone feste e un felice nuovo anno pieno di…. modellismo! Vi ringraziamo per tutte le soddisfazioni che ogni giorno le vostre visite ci danno. Questo per noi è il vero regalo di natale! Nella speranza che il 2008 porti a Modeling Time ancora più successi… rinnoviamo i nostri auguri.

La redazione.

Starfighter – Simmonstummer.

Pubblicato da: simmonsstummer | 22 dicembre, 2007

Anakin Skywalker’s Jedi Starfighter Eta-2 Actis Interceptor

L’articolo si è trasferito su: http://www.modelingtime.com/?p=56 

Dal sito della Revell

During the Battle over Coruscant which took place at the beginning of the action thriller “Star Wars III – the Revenge of the Sith”, Anakin Skywalker and his teacher Obi-Wan Kenobi were ordered to free Grand Chancellor Palpatine from the hands of the enemy Confederate Army. Anakin Skywalker sets out accompanied by his resourceful robot R2-D2 with the small Eta-2 Jedi Starfighter. The Eta-2 Jedi Starfighter is the most advanced fighter plane ever made. Anakin’s state-of-the-art fighter has yellow markings, reminiscent of his podracer that freed him from slavery on Tattoine. Yellow markings were also carried by the Airspeeder with which he hunted the bounty-hunter Zam Wessel through the streets of Coruscant. Anakin is reputed to be the “best pilot in the galaxy” and his manoeuvres take the Starfighter right to the limits of its capabilities. These dare-devil manoeuvres are extremely successful, but not always………..

Il modello

Devo dire la verità, mi aspettavo un modello non molto entusiasmante, diciamo pure fatto per bambini. Mi sono ricreduto. E’ normale che non si possa ritenere un modello avanzato con tutte le difficoltà che si possono avere , ma tutto sommato è stato veloce e gradevole e la colorazione (già effettuata) fatta con criterio e particolare cura.

Questo kit fa parte della serie easykit della Revell e quindi non necessita altro che di un taglierino se proprio si vuole essere pignoli! Sta tutto nella scatola….e non serve nemmeno la colla (scelta non molto condivisa per certe parti del modello).

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

Come si può vedere dalle foto ogni pezzo è nella sua bustina e ogni Sprue ha il suo numeretto….quindi è impossibile sbagliarsi anche perchè ci sono le istruzioni passo passo!

La mia idea iniziale era quella di ridipingerlo ma tutto sommato, i colori scelti dalla revell non sono male e l’unica mia aggiunta è stata nelle pannellature che ho evidenziato tramite inchiostro.

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

Una (secondo me) grave mancanza è l’assenza di una basetta o un piedistallo. Questo fa capire come sia stato concepito più per gioco che per esposizione, comunque, ho facilmente creato un piedistallo con le parti di sprue che avanzavano modellandole al fuoco di una candela.

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

I dettagli della miniatura non sono molto entusiasmanti.. in un secondo momento cerherherò di migliorarla. Tanto per informazione, Anakin è in gomma morbida!!!…..non chiedetemi perchè!

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

Ecco nel suo splendore l’Eta-2 Actis Interceptor con il fedele r2d2 (c1p8) sopra il piedistallo fatto in casa.

Star Wars Jedi starfighter Eta-2 Atis interceptor

alla prossima!

che la Forza sia con voi!

l’articolo si è trasferito qui: http://www.modelingtime.com/?p=56 

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie