Pubblicato da: starfighter84 | 29 dicembre, 2007

Un Airacobra Tricolore – BELL P-39 Q dal kit Academy in scala 1/72

All’inizio del 1935 l’American Armament Corporation portò a termine la realizzazione di un nuovo cannoncino da 37 mm denominato T9. Durante una delle dimostrazioni, alcuni dirigenti della Bell Aircraft Corporation rimasero molto impressionati dalla potenza di fuoco e dalla precisione di tiro della nuova arma, e subito pensarono alla progettazione di un rivoluzionario caccia intuendo l’efficacia dell’unione tra il mezzo aeronautico e il nuovo strumento bellico a disposizione dell’USAF. In poco più di due anni, i progettisti R. Wood e H. Poyer presentarono al governo americano il Bell Model 12. Nacque così un aereo monoposto interamente metallico con ala bassa e a sbalzo. La decisione di collocare il cannone in corrispondenza del mozzo dell’elica, comportò la sistemazione del motore in fusoliera e l’adozione di un albero di trasmissione lungo 1,52 metri che passava sotto l’abitacolo del pilota. Questo permise l’installazione di un carrello triciclo aumentando così la visibilità durante i rullaggi su piste impreparate o dissestate. La soluzione fu tanto attraente, che l’US Army Air Corps ordinò immediatamente un primo prototipo, lo XP-39, da impiegare per la valutazione del comportamento in volo e nelle missioni d’attacco al suolo. Dopo un intenso ciclo di prove, l’USAAC determinò l’idoneità dell’aeroplano dando il via definitivo alla produzione di serie. Lo XP-39, ridisegnato più semplicemente P-39, cominciò immediatamente la vita operativa venendo impiegato dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna dal 1941, pur non riscuotendo le migliori critiche, specialmente dagli equipaggi di volo. Fu invece molto apprezzato in quei paesi, Unione Sovietica in testa, che grazie alla legge “Affitti e Prestiti” ricevettero ingenti quantità d’Airacobra, venendo proficuamente impiegati nell’attacco al suolo. Tra questi ci fu anche l’Aeronautica Cobelligerante Italiana che ottenne parecchie decine di P-39 (circa 150), nelle versioni M, N e Q, continuando a volare, con le insegne dell’Aeronautica Militare Italiana, sino agli anni cinquanta.

DSC_0825

IL MODELLO

Soggetto certamente interessante, del P-39 esistono in commercio svariate scatole di montaggio, alcune molto datate, altre più recenti. Tra le ultime uscite in ordine d’apparizione, si deve alla coreana Academy, che ha immesso sul mercato una tra le migliori realizzazioni in scala 1/72 dell’Airacobra relativa alle versioni Q e N. Avendo da qualche tempo in programma la costruzione di un P-39 con le insegne italiane dell’Aeronautica Cobelligerante, ho subito sfruttato l’occasione fornitaci dalla ditta di Seoul. Con un’accattivante Box Art raffigurante il velivolo del Tenente Colonnello William Shomo operante nel Pacifico…

Se vuoi leggere la versione integrale dell’articolo clicca sul seguente link: www.modelingtime.com . Modeling Time si è trasferito! aspettiamo la tua visita…

Advertisements

Responses

  1. bel modello, mi piace. Ben fatto e simpatico!!!
    ciao
    Ale

  2. Hello!
    Nice site 😉
    Bye


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: