Pubblicato da: aleg85 | 8 dicembre, 2007

The “MiG Eater”: i Tornado della RAF nel Golfo.

1

IL TORNADO NEL GOLFO

La guerra del Golfo che vide impegnata una colazione internazionale contro le forze Irachene di Saddam Hussein che avevano invaso il Kuwait, fu il teatro di prova del multiruolo trinazionale Tornado, che combatté sotto le insegne della RAF inglese, della nostra Aeronautica e della Reale Aviazione saudita, portando a termine numerose rischiose missioni con perdite relativamente scarse (1 esemplare italiano, 1 saudita e 7 britannici). E il mio esemplare riproduce proprio uno degli esemplari impiegati dalla RAF in quella guerra. I Gr1 britannici impiegati furono in totale una trentina, provenienti dagli Squadron basati in Inghilterra e in Germania. Essi effettuarono svariate missioni, ricognizione, soppressione delle difese avversarie con missili anti-radar ALARAM e soprattutto attacco al suolo, con bombe convenzionali, a guida laser, dispenser di sub-munizioni JP-223. Come detto, furono persi in azione 7 esemplari, anche se in totale la RAF (anche con Jaguar e Buccaneer) ha effettuato oltre 6.00 missioni, con un tasso di perdite dunque molto basso. Si può dire che il Tornado ha superato a pieni voti la prova del fuoco e si è dimostrato una macchina molto efficiente.

2

MONTAGGIO

Il sogno di ogni modellista è quello di veder riprodotto il proprio soggetto preferito nella propria scala preferita. Io stravedo per il Tornado, soprattutto quello con le accattivanti livree della RAF, e la 1/32 è la mia scala preferita. La scatola Revell dedicata agli esemplari RAF è purtroppo fuori produzione e molto rara, e così non appena la ho adocchiata su e-bay, non ci ho pensato due volte e l’ho fatta mia. All’interno della scatola troviamo 7 stampate in plastica grigia (stile Matchbox, una in grigio più chiaro, le altre in grigio scuro) più una stampata di trasparenti. In totale sono 280 pezzi da montare. Le stampate base sono quelle dell’IDS tedesco uscito prima, a cui è stata aggiunta una stampata con i pezzi tipici degli aerei RAF, in sostanza i carichi alari e il telemetro laser da mettere sotto il muso…

Se vuoi leggere la versione integrale dell’articolo clicca sul seguente link: www.modelingtime.com . Modeling Time si è trasferito! aspettiamo la tua visita…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: